sabato 18 aprile 2009

Scrivo random.


Favole figlie di un circo ambulante.Tendoni sbiaditi,a righe dismesse.Rattoppi e veleni sputati nel sangue.Strisce di carne,di pelle e di sogni.Ammazzo la Vita che passa attraverso il filtro degli occhi.

Cerco un soffio di vento che abbia il sapore del vino fruttato.Calici in aria,per brindare al Passato.Cocci di vetro,un vecchio mosaico.I morsi di ieri,e quelli di mai,a strappare la carne e i suoi mille viavai.

Mercenari di sogni.Venditori ambulanti.Periodo di saldi.

Il compromesso è nascituro bastardo della umana pochezza,quando scopa il bisogno e si fa portatrice di semi viziosi.
Ho chiesto al viandante un desiderio da niente.Una
moneta,un disegno,un pensiero più degno.
Trucco,parrucco,e sorriso beffardo.Che la Vita è una giostra,un pagliaccio,una torta.

11 commenti:

Ishtar ha detto...

Per me la vita è un carnevale, come dice la canzone che messo nel post dedicato a mio fratellino che questa mattina si è trasferito...
PS: ho letto anche il post precedente e alle volte esito a commentare...
Io di cuore ti direi provaci ora se sai quello che vuoi...
Ciao, baci :)

Duca Nero ha detto...

Spettatore di un circo dismesso...
Non c'è più spettacolo, rimane il ricordo sotto il tendone strappato.
Domavo leoni,
oppure il leone ero io...
Non ricordo...
Ricordo la luce...
Ora fa freddo...
Alzo il bavero della vecchia giacca di pelle, mi avvio nella notte sotto la pioggia.
Dove andrò? Non lo so.
So dove non sono mai andato.
Sulla via del compromesso.
Per questo ora me ne vado da solo.

Antonia ha detto...

Per Ishtar : Quello che voglio non vuole me.Credo sia per questo che non ci provo.


Per Duca Nero : Viaggio sola anch'io.E ne sono fiera.

Un sorriso.Antonia.

Lorenzo ha detto...

è sempre tempo di saldi...
ognuno abbassa ogni giorno il suo prezzo...per poter tirare avanti...

Antonia ha detto...

Il mio non lo abbasso.Non mi vendo a nessuno e per nessuno.

Un sorriso.Antonia.

Eleanor ha detto...

tu sei tanto saggia...se solo riuscissi a fare davvero quello che scrivi....prima di agire, rifletti su ciò che potresti sacrificare, vendere, svendere. magari, prima di rispondere al telefono. ;)
ti voglio bene

maria rosaria rossini ha detto...

quanta dolcezza e quanta saggezza, antonia, in ciò che scrivi. io, semplicemente, mi complimento con te.
bacio, cara

Veneris ha detto...

Brava Antonia, se cominciamo ad abbassare il nostro valore è la fine. Bye

JAENADA ha detto...

Che peccato,stavo già mettendo da parte un pò di soldi :)
E pensare che invece c'è gente che pagherebbe per vendersi.

Un sorriso.Jaenada.

Ishtar ha detto...

Nel mentre che attendi il momento migliore io ti segnalo un blog...
http://cercandoholly.blogspot.com/
Non voglio anticiparti nulla, ti consiglio di darci uno sguardo...
Un abbraccio :)

Antonia ha detto...

Per Eleanor : D'ora in avanti farò attenzione proprio a chi lo lascio il numero di telefono ;)
IloveYou.


Per Maria Rosaria Rossini : Grazie.Grazie infinite =)


Per Veneris : O course.Mai giocare al ribasso con sè stessi.


Per Jaenada : Vero.Ma noi non siamo tra quelli ... per fortuna :)


Per Ishtar : Sei il mio personalissimo ufficio informazioni :P


Un sorriso.Antonia.