martedì 15 febbraio 2011

La metamorfosi.


Sono ufficialmente entrata in modalità "esame agli sgoccioli". Anche "acqua alla gola" rende bene l'idea.

Perennemente in pigiama. Perché, se al mattino non devi vestirti, recuperi cinque minuti di studio, e ti senti meno in colpa per esserti ridotta all'ultimo pure stavolta.
Accovacciata sul letto. Con le gambe incrociate, il libro poggiato sulle ginocchia, e negli occhi la speranza di impararlo per osmosi. Alla fine, io ed il libro, stipuliamo un accordo di muta difesa: "Io non piaccio a te, tu non piaci a me, vediamo di sopportarci per altre due settimane ancora, così che nessuno dei due debba mai più rivedere l'altro".
Ogni volta che la mia povera mamma apre la porta della mia camera per portarmi un po' di caffè, o chiedermi se voglio mangiare qualcosa, sento nascere un grido nei cupi anfratti della mia gola, e lo vedo librarsi nell'aria: "Vattttttttteeeeeeeennnnneeeeeeee, e chiudi quella cazzo di porta!!!"

Ecco.

19 commenti:

Carrie ha detto...

Come ti capisco...vivo la tua stessa situazione,purtroppo direi!

Alamuna ha detto...

Sono nella stessa situazione anch'io. Conosco la tacita speranza di imparare il testo "per osmosi" :-).
Il tuo blog mi piace e scrivi molto bene! Perciò sono contenta di essermi accodata ai tuoi follower!

Temporala ha detto...

oddio la mamma che vuole sapere se hai fame?! ma è una strategia la loro! qwuando sarò mamma forse capiro' il perchè di questa premura per farci mangiare... per ora mi limito a sbraitare anche io.

Paola ha detto...

quanto ti capisco.. sono al tuo stesso punto con l'unica differenza che non riesco proprio a mettermi a fare la persona seria. non sto studiando un cazzo e quando mia madre mi chiede a che punto sono mi sale il nervoso O.o

Kay ha detto...

Ridursi sempre all'ultimo..le giornate(che poi si trasformano in settimane)in pigiama...mamma che rompe..l'unica differenza è che mia madre non mi chiede in continuazione se ho fame..perchè xnervosismo durante il periodo degli esami mangio il doppio!però quando mi chiede a che punto sono..quand'è l'esame..ecc..mi salgono ancora di piu l'ansia e il nervoso!Mi consola davvero tanto sapere di non essere la sola...un abbraccio :)

Lady Brett ha detto...

Oh mamma! Sono in quella stessa identica posizione e situazione che hai descritto, e pure con le gambe incrociate! Mi sono sentita osservata per un attimo: credevo parlassi di me!!
(Anche il trattamento riservato alla povera madre rientra abbastanza...)

Blog Surfer ha detto...

non per fare il solito batiancontrario ma , un giorno, rimpiangerai i bei tempi dell'universita' quando potevi startene in casa a leggere con la mammina che ti faceva da schiava..

un sorriso ironico,Silver :)

Emigrante ha detto...

Ricordo la sensazione di "emergency mode', 5 giorni prima dell'esame. Tagliando anche la doccia recuperi altri 5 minuti, ma te lo sconsiglio. E parlo per esperienza

Lorenzo ha detto...

Concordo, per la prima e ultima volta nella mia vita (lo prometto) con Blog Surfer.
Purtroppo non sono mai diventato mamma, ma sapessi come mi manca la mia!

Eva ha detto...

Sì sì sì... sei decisamente in sindrome pre-esame, quando follia, cattiveria e isterismo hanno la meglio su qualsiasi altro sentimento razionale e benevolo...

Consiglio acquisto di pigiama chic. Almeno ti coccoli un pochino.

Blue ha detto...

Cara Antonia, io facevo sempre la stessa cosa..studiavo gli ultimi giorni e mi trasformavo rinchiudendomi in casa... dio mio che bello...

bacini e buono studio

Phi. ha detto...

Anch'io sempre, rigorosamente in pigiama nel periodo pre-esami, era (é) la mia divisa preferita! E ricordo che mi consolavo pensando che tutto il tempo di prigionia forzata l'avrei recuperato dopo. Coraggio Anto,finirà ;>

Valentina ha detto...

Io invece non studio più da un pezzo però vivo il problema che hai tu con il tuo libro io con la mia esistenza: io non piaccio a lei e lei non piace a me e vorrei davvero capirci qualcosa anche per "osmosi" basta che qualcuno mi spiega se sono io che non vado o se la mia vita ha preso solo un binario morto.....
Buono studio!!!!

Lia ha detto...

io faccio ancora le superiori e quest'anno la voglia di studiare non si è ancora fatta vedere..spero che a te venga presto..
1bacio

mariana ha detto...

Conosco la sindrome del
ho altri ( soli ! ) 5 giorni per imparare qualcosa..+ho anche provato a dormire con un libro una volta,
e devo dire che ha funzionato!
sara stato un caso forse..
io non ho mia madre ma ho una ciurma di 8 coinquilini che di tanto in tanto mi coccolano.
Mi piace come scrivi, do un occhiata al resto del tuo blog.

Monica Casonato ha detto...

Esami per tutti direi. I miei iniziano la prossima settimana. 6 esami, 15 giorni. Ce la farò?

Certo, devo!
Forza e coraggio!

Un abbraccio,
Mo*

Adriana ha detto...

L'immagine del pigiama perenne mi ha ricordato i tempi dell'università! In bocca al lupo per l'esame!

Alexis ha detto...

Bellino questo blog. Mi piace il tuo modo di scrivere. ti seguo.
Passa da me se ti va.
Bacione

http://virtuosismichicalexis.blogspot.com/

Ragno ha detto...

La mamma è sempre la mamma...
Il caffè è sempre il caffè...

La voglia di studiare, invece, non esisterà M A I