martedì 1 febbraio 2011

Frammenti di poesia.


"Lascia le tue lacrime sul cuscino, incontrati con la vita, scontrati con il dolore, ruba l'amore.
Non avere una meta, ma cento.
Prova a ritornare, perché il ritorno da senso al viaggio.
Affrancati da te stesso, e dall'attesa. Per amare la vita bisogna tradire le aspettative.
Guardati intorno, e guardati da chi si professa libero. Il sapore della libertà è la paura. Solo chi ha paura della libertà ha il coraggio di inseguirla ... " ..

Le cento città. Vincenzo Costantino.

18 commenti:

Sere ha detto...

bellissima questa poesia, sopratutto è incredibilmente vera.Non smettere mai di credere nell'amore!!!

Luigi ha detto...

"siamo prigionieri col terrore di essere liberati..."; Niccolò Fabi!

Francesca ha detto...

Stupenda!
Parole che fanno riflettere, molto. E che dicono molte verità.

Un bacio

cosimo ha detto...

Vogliamo, sempre vogliamo essere prigionieri, perchè é il nostro alibi in difesa. Ma la migliore difesa é l'attacco, sempre!

Blog Surfer ha detto...

a me fan paura solo quei dementi del Popolo della Liberta'. ;)

Fer ha detto...

La poesia è semplicemente bellissima...
Complimenti anche per la foto, molto emozionante e comunicativa...

Roberta ha detto...

Il coraggio di buttarsi, smetterla di aspettare ma incontrarsi (e scontrarsi) con la vita... è la santa verità, ahimé!

P.s. per la solita serie delle catene fra bloggers, ti mando questa, ma senza obbligo (MEME, chissà che vorrà mai dire quest'acronimo?), che mi sembra carina vista il tema libri
http://landedicarta.blogspot.com/2011/02/meme-libri-2010.html
Baci

Vagamundo ha detto...

Non va più bene se lo scudo diventa gabbia. Non va più bene se non ce ne accorgiamo. Va ancora peggio se ce ne accorgiamo e ci autoconvinciamo di non volere uscire. Le mete, poi, sono mutevoli e cangianti. Bisogna essere caparbi, ma non ostinati. Non è la stessa cosa. Non è semplice.

ady happyborn ha detto...

ahi quanto è vero che per amare la vita bisogna tradire le aspettative, soprattutto le proprie.

monteamaro ha detto...

E' un inno al viaggio della vita, questa poesia.
Partenze o ritorni, ma non rimpianti!

silvia Navarro ha detto...

WOW! this post is amazing!!
i think your style is great!!
congratulations!!!
xx
=D

Lorenzo ha detto...

lui ero libero e felice perchè non sapeva nè di esserlo nè di non esserlo.

Eva Q ha detto...

..."A volte mi fa paura vivere all'avventura
Ma almeno so che ho ogni giorno un'emozione sicura
La sfida non garantisce spesso una vittoria
Ma almeno puoi dire sempre che hai creduto in qualcosa"...

Un abbraccio

AndreConny ha detto...

bel blog!

http://wwwolgaeolivercom.blogspot.com/

Eva ha detto...

Meglio vivere con un rimorso che con un rimpianto mia cara.

Giusy ha detto...

ciao antonia!ho trovato il tuo blog xcaso..e ho letto molti dei tuoi post..praticamente quasi tutti..complimentissimi!sono rimasta affascinata dal tuo linguaggio..dai tuoi modi..dal tuo scrivere..dal tuo essere!ti seguirò...un saluto..giusy

cosimo ha detto...

Molti hanno paura della libertà perchè devono metterla in pratica. Molti usano la parola libertà per sentirsi gratificati per la prigionia che si sono dati per sempre. Certo non faranno mai neppure un tentativo per essere liberi.
Buon pomeriggio e, sopratutto grazie per esserti fermata da me.

Tiziana Tius ha detto...

Una bella poesia, complimenti!