mercoledì 19 novembre 2008

"Lezioni di piano"


Ada è muta.E silenziosa.
Una Vita in bianco e nero.Come i tasti del suo piano.
Ada è il piano.Musica negli occhi.Tra le dita.Nelle vene.

Arriva,prole al seguito,in una terra sconosciuta e selvaggia.
Promessa sposa di un uomo che neanche ha mai visto.

Il suo piano resta abbandonato sulla spiaggia.Voce per chi una voce non ha.

Ada rimane sola con i suoi pensieri.Ed il suo silenzio.Assente.Inquieta.Inerte.Bellissima.

Destino vuole che incontri,in terra straniera,un altro uomo.Un maori bianco.Selvaggio nell'aspetto.Nobile nel cuore.

Divenuto proprietario dello strumento,le impone lezioni di piano.
Ascolta.Ma non impara nulla.

Poi un ricatto : per riavere il suo piano,Ada dovrà concedergli di avvicinarla.Un tasto per guardarla.Due tasti per sfiorarla.Cinque per giacere con lei ...

E' amore che nasce dalla musica ... quella del silenzio e quella del piano.Si manifesta nell'erotismo.Adultero e proibito.Matura nella conoscenza dell'altro e nella realizzazione del sè.
E' affinità elettiva.

Un film crudo e bellissimo.Malinconico e poetico.Commovente e rabbioso.

L'eterna lotta dei contrari.
Carne ed Anima.
Giustizia ed Eresia.
Vita e Morte.


Vince la prima.


4 commenti:

Bk ha detto...

Lezioni di piano è molto bello...
come questo nuovo sito!
Un bacio Bk

Antonia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Antonia ha detto...

Sto cercando di ovviare al deserto infinito e sterminato che è la mia cultura cinematografica.
Nel frattempo faccio danni su questo blog,non avendo ancora esattamente capito come funziona.
Mannagg ...

Sempre valide le lezioni di informatica,Bk? =)

Antonia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.