sabato 27 agosto 2011

Crescendo e Cercando.

C'è sempre un modo. Per fare l'impossibile, c'è sempre un modo. Per superare l'intollerabile, c'è sempre un modo. Per accettare l'assurdità e l'assurdo, c'è sempre un modo. Per fregare il dolore e i suoi compari, c'è sempre un modo. Per fare del bene, c'è sempre un modo.
Davanti alle difficoltà non dobbiamo avere paura. Dobbiamo sentirci ispirati.

E' l'attimo prima. Prima che arrivi la telefonata in cui speravi. Prima che lui ti chieda di uscire. Prima del primo bacio. Prima che il professore faccia il tuo nome per sostenere un esame. Prima che la luce si spenga, e scenda il buio. Prima che la stella cada. O la musica finisca. Prima che il sipario si apra. Prima che la bocca emetta il suono. Prima che il cuore perda un colpo. Prima di cadere. Prima di aprire gli occhi, tra il torpore del sonno e gli accenni del mattino. Prima che scorrano i titoli di coda. Prima di sapere come andrà a finire. Prima che tutto inizi. Prima che tutto cambi. Prima del salto. Prima. La Vita, nella sua essenza, è eternamente racchiusa in quell'attimo prima. Quando il Mondo si svela, e il vento cambia. E tu ne assecondi la corrente.

L'afa, la salsedine e gli scogli. La birra, le patatine e le fotografie retrò. Per festeggiare un'estate che finisce, e si porta con sé un po' di cose, un po' di roba, un po' di gente. Che a me serve spazio, spazio vuoto, per tornare a respirare.
Gli amici, e le panchine in legno, che un po' tremano e un po' pure, e se ti ritrovi col culo a terra ci scappa una risata. Le chiacchierate sul divano fino alle quattro del mattino con chi ti conosce, e ti capisce, e si ricorda sempre che tu, per il viso, usi solo gli asciugamani in tela morbida, e te ne procura uno prima ancora di chiederlo. Perché le vere amiche fanno questo. Anticipano le tue esigenze.
La colazione è un piccolo rito di felicità, e il caffè nelle tazzine inglesi è più buono. O almeno lo sembra. Ma insomma, che ti frega? Bevi e basta. Senza pensarci troppo.
I cambiamenti, le transizioni, i mea culpa e i progetti di felicità. Sembra facile. E forse lo è.
Le persone sono. Non "erano", "avrebbero potuto essere se", "sarebbero state ma", "saranno, un giorno". Le persone sono. Adesso. Oggi. E basta.

E così un po' la freghi, la solitudine. La inganni, per qualche ora. Ed è un inizio. Perché da qualche parte si deve pur ricominciare.
- "Da dove comincio?"
- "Comincia dall'inizio, e quando sei arrivato alla fine ti fermi" - rispose il Cappellaio Matto.

Quand'ero piccola, per tanti, tanti anni, il mio papà ha lavorato lontano da casa. Tornava ogni quindici giorni, se ci andava bene. Oppure una volta al mese. Se non ci andava bene.
Partiva di notte, ed ogni volta, prima di andarsene, mi diceva: "Torno presto, te lo prometto. Hai la mia parola". E, in qualche modo, il tempo volava. Lui tornava presto davvero. Manteneva la sua promessa.
Così, io sono cresciuta dando peso alle promesse che faccio, e a quelle che mi vengono fatte. "Te lo prometto" è un vincolo, per me. Un laccio stretto stretto. Un impegno serio. Un atto di fiducia da non tradire. Una menzogna da non pronunciare. Un giuramento che non si può infrangere.

"Ci si deve liberare dalla speranza che il mare possa mai riposare. Dobbiamo imparare a navigare in venti forti", ha detto qualcuno.
Le persone non desiderano cose facili. Desiderano cose grandi, ambizione, fuori portata.

16 commenti:

Eleanor ha detto...

ammè l'attimo prima mi sa troppo di potenzialità, di potrebbe essere, di illusione. ammè piace il sapore delle cose mentre si verificano. per il resto, sai che sono piccoli passi, ma se li metti in fila portano lontano :)

Blue ha detto...

"Così, io sono cresciuta dando peso alle promesse che faccio, e a quelle che mi vengono fatte. "Te lo prometto" è un vincolo, per me. Un laccio stretto stretto. Un impegno serio. Un atto di fiducia da non tradire. Una menzogna da non pronunciare. Un giuramento che non si può infrangere."

prometto che non ti farà piu soffrire, che non ti lascerò neanche un attimo, che non ti tradirò...

prometto che dentro e fuori da qui sarò sempre una tua amica...

e io le promesse le mantengo

ti adoro, ti stringo e non vedo l'ora di abbracciarti

Blue
www.aspassoconblue.com

Forza Napoli ha detto...

anto è vero che i piccoli passi ti portano lontano

pyxis ha detto...

sarà un settembre fuori portata, ma è bello ritrovarsi... ed è bello ritrovarsi a leggere le tue parole a pochi giorni dalla partenza. lascia ben sperare, che tutto riprenda il suo ritmo.

LadyRevolution ha detto...

L'attimo prima è quel momento che non scordi. E' proprio in quel periodo di tempo che sogni le cose più belle.. che puoi pensarla come vuoi..e sperare che vada come vuoi tu.. dopo può andare anche meglio ;)

Principessa sono sempre qui (anche se non entro più spesso nel blog)

Ti voglio bene.

Eva ha detto...

Hai ragione, cose ambiziose e fuori portata.
...Il Cappellaio Matto sarebbe stato il mio uomo ideale, comunque.
Baci.

Blog Surfer ha detto...

Le aquile non cacciano mosche, no?


Ps : ti prego di dirmi che cos'e' quell'oggetto, davanti al braccio sinistro della bella mora che c'e' in foto, che mi sto scervellando .

Blog Surfer ha detto...

grazie, non ci sarei mai arrivato .

ps: metti questa foto nel profilo , l'attuale non ti rende giustizia :)

ciao bella mora.


ti lascio un sorriso che tu non mi lasci piu' ;)

Vagamundo ha detto...

Lascia un buon sapore in bocca, nonostante tutto, questo post che - spero non ti dispiaccia - ho copia/incollato nel caso in cui sparisca anch'esso.

Un saluto

Monica Casonato ha detto...

Ecco, la risposta è quella. L'attimo prima. Grazie!

Un abbraccio,
Mo

Kay ha detto...

meravigliosa e vera..come sempre..un abbraccio :)

Erotici Eretici ha detto...

Infinite sensazioni leggendo questo post, molto attinente alla stagione. Un settembre che piano macera ma ancora è. E infondo anche questo è l'attimo appena prima.
Yin

Elena ha detto...

Bello..tutto vero, condivido ogni cosa! Sono in tempi di cambiamenti e di decisioni ma pian piano, a piccoli passi forse da qualche parte arriverò. Dove non lo so ma spero di arrivarci essendo felice.
Ti seguo volentieri...fai lo stesso se ti va!!!
Un bacione
Elena

Dany ha detto...

Anto posso restare tt il girno e la notte a leggere il tuo blog?Ho 2 anni di post da leggere e il tuo blog è uno dei migliori ke abbia mai letto...6 eccezzionale...e dopo aver letto questo post lo penso ancora...un abbraccio Dany
P.S.scrivere commenti scontati nn è il mio forte xkè il post parla da sè e il tuo talento si deve solo leggere e nn commentare

Scix ha detto...

hai proprio ragione. si da peso alle parole..alle promesse.certa gente non conosce il valore delle parole..ne il rispetto...

ady happyborn ha detto...

mia cara questo pezzo è davvero speciale...hai un dono, e questo non sono certo io la prima a dirtelo..leggendolo ho avuto come l'impressione che tu fossi un fiume in piena, c'erano spunti per almeno 3/4 post, che sarebbero stati tutti ugualmente forti...sei fortissima, un bacio ady