giovedì 23 settembre 2010



" E' forse chiedere troppo desiderare un uomo decente?
Non sto parlando di un neurochirurgo esageratamente bello, sensibile, fedele, ben dotato, ricco e generoso. Mi accontenterei di uno che quando dice "ti chiamo" lo faccia entro l'anno. Uno che non si faccia venire un'ischemia quando deve pagare il conto, che non sia sposato, alcolista, ladro, bipolare o bugiardo patologico ..."

Da "S.o.s amore", di Federica Bosco.


Cercherò sulle pagine gialle, alla voce "Apprendista stregone".

10 commenti:

Pupottina ha detto...

sono sempre più convinta di voler leggere uno dei libri di Federica Bosco
;-)

alialexa2006 ha detto...

bellissimo...un bacio

La Segretari@ Imperfetta ha detto...

sono a pagina 133 dello stesso libro... cominciato ieri mattina...
c'è gia feeling tra noi !

sospesanelviola ha detto...

un pezzo adatto al mio periodo!!!

Squilibrato ha detto...

Non è chieder troppo, eppur sembra difficile...

Antonia ha detto...

Per Pupottina : Meritano. Decisamente :)


Per Alialexa2006 : A te.


Per La Segretari@ Imperfetta : C'è empatia ;)


Per Sospesanelviola : Al mio anche. Solo che il mio periodo dura da circa ... 5 anni XD


Per Squilibrato : Difficilissimo.



Un sorriso. Antonia.

Lilly.RO ha detto...

Stupendo....mi piacerebbe leggerlo il libro. Ma non si chiede troppo.....se perdiamo la decenza arriva la decadenza... :-)

Eileen ha detto...

Dio, stupendo!!

ghirigori baumann ha detto...

e perché dovrebbe pagarlo lui, il conto?

Antonia ha detto...

Per Lilly.Ro : "Se perdiamo la decenza arriva la decadenza" ... mi piace, te la rubo :P


Per Eileen : Eh si :) Lo è tutto il libro.


Per Ghirigori baumann : Solo un uomo poteva appigliarsi ad un simile cavillo, estrapolandolo da tutto un contesto ... senza offesa :D Io non credo ci si riferisca al caso specifico del conto al ristorante. Quello può pagarlo anche una donna, perchè non è certo questo che qualifica la persona. Il senso della frase è un pò più ampio, e fa riferimento a quella galanteria che molti uomini oggi hanno perso, a quel saper corteggiare alla vecchia maniera che sembra non esistere più. E non mi venite a dire che la colpa è di noi donne, sempre più aggressive ed intraprendenti. Una donna resta tale anche quando ha una carriera brillante o un lavoro di responsabilità, o magari quando prende l'iniziativa con un uomo.
Non esiste una donna cui non piaccia l'uomo che sappia fare l'uomo.


Un sorriso. Antonia.