venerdì 10 giugno 2011

Un giorno, sarò schifosamente felice.

Sei bellissima.

Incantevole.

Meravigliosa.

Perfetta.

Assolutamente perfetta.

Ma ...

C'è sempre un "ma". Ne percepisco l'arrivo prima ancora di ascoltarne il suono. Ed allora, il cielo si abbassa di un altro palmo.

Così, ogni sera, da sei anni, vado a dormire sola. In un letto troppo freddo, su un cuscino troppo scomodo. Chiusa nel dorato isolamento di questa decantata perfezione.
Vorrei essere meno perfetta e più amata. Vorrei un amore senza se e senza ma. Un amore senza incertezza alcuna. Un amore che sia un imperativo categorico. Non un condizionale ricorrente.

Mi guardo intorno, anche quando non vorrei, anche quando mi pare di non farlo, e vedo, inevitabilmente vedo, molte delle mie amiche fidanzate e felici. Non che la prima sia condizione sine qua non della seconda. Eppure, felici lo sono. O, almeno, lo sembrano.
Altre, invece, chiudono una storia per trovarne un'altra subito dopo. Non avranno trascorso più di sei mesi da sole, nell'arco di tutta quanta la loro vita. Maratonete dei sentimenti, sono pronte a dichiararsi innamorate ogni volta.
Ed allora mi domando come sia possibile che, per alcuni, l'amore sia tanto facile. Così grossolanamente a portata di mano. E per altri, invece, doloroso, difficile. Ed introvabile.

Mio padre, qualche tempo fa, mi ha detto: "In amore, pagherai caro, ogni giorno, il prezzo della tua intelligenza. A meno che, tu non riesca a trovare qualcuno che sia forte, ed intelligente, quanto te. Starti accanto non è facile. Sei troppo complessa, troppo ricca di sfumature. Le persone faticano a starti dietro, e quindi preferiscono lasciarti andare, invece di seguirti .." ...

Insomma, pago lo scotto di quella che sono. E, soprattutto, di quella che non sono. E, forse, io non sono il tipo di ragazza di cui i ragazzi si innamorano. Dovrei accettarlo come un dato di fatto, al pari dei capelli ricci, o della voglia di caffè sul ginocchio destro. C'è. E' lì. Nulla può cambiare l'oggettività di questa semplicissima realtà.

Ti ho dato la parte migliore di me. E non è bastato. Ti ho mostrato il peggio di me, ma neppure quello ti ha trattenuto. Mi viene in mente una vecchia citazione che fa: "Amami quando lo merito meno, perché sarà quando ne ho più bisogno".
Avrei voluto tenerti per mano, nei pomeriggi di sole, quando la gente, invidiosa e stupita, guardandoci avrebbe pensato: "Che bella coppia!! Sembrano fatti apposta per stare insieme!!"
Avrei voluto che conoscessi ogni cosa di me. Ed ogni cosa avrei voluto imparare di te.
Avrei voluto rendere più serene le tue giornate, ed essere la ragazza per la quale avresti detto: "La mia vita è cambiata da quando l'ho incontrata .." ..
Avrei voluto insegnarti l'amore. Il mio.

Ho pianto, ed ho trascorso notti insonni. Con le mani strette a pugno, intorno ad un delfino di peluche. Che, come me, ha paura del buio. E, come me, da oggi, imparerà ad essere forte. Più forte ancora. Così che il suo cuore diventi uguale al mio. Limpido e cristallino, come il diamante. Ma, al pari del diamante, duro ed impossibile da scalfire.
Dall'esigenza di non ferirsi nasce il bisogno di difendersi.

Ho desiderato che le cose cambiassero. Che, per una volta, andassero come volevo io. Ho sognato la protezione di un abbraccio, la gioia di un ritorno, il coraggio di una scelta, la sicurezza di un sentimento che non conosce dubbi, o incertezze, il ricordo di quei baci che non ho dimenticato.
Nulla di tutto questo è accaduto. Ed ora, devo ricominciare. Una volta ancora. Una volta in più.

Cuore mio, ti prego, non stancarti mai di amare, e di ripetermi: "Diventerai ciò che già sei. Una guerriera. Una guerriera felice!!"

24 commenti:

Davideduevolte ha detto...

Smack!

Carrie ha detto...

Cara Antonia, diffida di quelle ch saltellano da un uomo all'altro e cambiano fidanzato con la velocità della luce! Sono delle poveracce perché non hanno mai conosciuto l'amore vero,quello che ti tiene legata ad una persona anche quando ormai ti rendi conto che e' tutto finito! Tu piuttosto mi sembri una ragazza,o meglio una donna, che sa quello che vuole,troppo intelligente da buttarsi tra le braccia del primo capitato come invece farebbero quelle li che hai menzionato. Forse sono vere le parole di tuo padre, non e' facile trovare un persona che ti faccia felice e che sia al tuo livello,completa e con la stessa visione e voglia di costruire un futuro insieme. Tante volte mo' sono posta gli stessi tuoi interrogativi,chiedondomi perché le altre sono felici e io no,perché ancora non bussa alla mia porta l'amore con la A maiuscola. Non sono riuscita a darmi una risposta,ma come te non smetto di credere che un giorno sarò maledettamente felice col mio uomo accanto. Sei una bella persona Antonia,abbi fede e sarai ripagata con tutta la felicita' che meriti. Un abbraccio

ispirazione ha detto...

Sei fortissima...ti abbraccio!

TestadiC ha detto...

Ciao Antonia.. mi sono riconosciuta-quasi- in ogni parola di questo post, soprattutto in quelle di tuo padre che assomigliano tanto a quelle di mia madre. Non avrei mai potuto descrivere meglio il mio stato d'animo, sei proprio brava.
Purtroppo sembra che in questa vita la stupidità sia un valore aggiunto.
Di sicuro c'è qualcuno che merita di starti vicino e saprà apprezzare tutto quello che puoi dare.
Un abbraccio

coincidenzeche coincidono ha detto...

...Non cambiare mai.....
...resta come sei....!!!
Quel delfino che stringi,forse e' molto di piu' di un semplice peluche....
e' una promessa...!

BiancaScarlatta ha detto...

n amore, pagherai caro, ogni giorno, il prezzo della tua intelligenza. A meno che, tu non riesca a trovare qualcuno che sia forte, ed intelligente, quanto te. Starti accanto non è facile. Sei troppo complessa, troppo ricca di sfumature. Le persone faticano a starti dietro, e quindi preferiscono lasciarti andare, invece di seguirti



Mia madre mi dice ESATTAMENTE le stesse cose... io sono arrivata alla conclusione che non sarò amata mai.
Posso sorridere ed essere amica di tutti ma non avrò mai l'AMORE che vedo gli altri sperimentare.
Perchè l'uomo che doveva nascere per me probabilmente si è perso per strada...

DANIELA ha detto...

amati per quello che sei...perchè sei autentica e nessuno potrà copiarti...perchè in realtà non vorresti che nessuno lo potesse fare un giorno...e allora scopriresti quanto è bello essere la sola...come sei tu!!! Grande comunque...sempre!

Nanìa ha detto...

Il tuo post è apparso proprio mentre mi ritrovo a riflettere su questo argomento...coincidenze?
Io non so se sono complicata, o mi complico la vita di mio...fatto sta che mi rispecchio in ciò che hai scritto e le parole di tuo padre mi hanno dato da riflettere...ancora di più.
L'amore non è mai facile...spero tu possa trovarlo e viverlo in pieno.

Grazie per questo post. :)

ady happyborn ha detto...

tra un guerriera e una maratoneta dell'amore preferisco senz'altro la prima! bravissima a descrivere ogni tuo stato d'animo. baci

Elena ha detto...

La felicità è dentro noi stessi...basta ascoltarsi...anche io ne sono alla ricerca...
ti seguo!
passa d me se ti va!!!!

Francescast.84 ha detto...

è molto bella la descrizione che fa di te, tuo padre ... Io ho sempre pensato che bisogna essere adatti per l'amore, c'è chi lo è di più, c'è chi ama la propria indipendenza considerandola come qualcosa d'imprensindibile e quindi lo è meno. Per fortuna esistono molti modi di amare e di essere, io per scherzarci sopra, dico sempre che se davvero esiste una nostra ipotetica anima gemella, nel mio caso si è nascosta davvero bene, il problema si pone nel momento in cui questo nascondiglio è così tanto ben riuscito che che fai fatica a trovarlo. buona serata

Artemisia1984 ha detto...

Cara Antonia, non è sempre oro quello che riluce.Credo che molte di quelle coppie che 'sembrano' estremamente felici in realtà si accontentino..'Felici' perchè hanno una persona vicino, con cui condividere le gioie e affrontare i dolori della vita, magari nemmeno si chiedono se è o meno la persona giusta..
Sono sostanzialmente fragili e pertanto cercano l'appoggio nell'altro, va bene chiunque, a parte un minimo di selezione... Sembra una brutta concenzione dell'amore, ma assolutamente non è un discorso generale...Io ho sempre sostenuto che l'intelliggenza spiccata è la peggiore delle maledizioni, ti costringe a vivere nella ''solitudine dei numeri primi'', speciali, unici e purtroppo soli..
Ma non è detto , in amore ci si completa con l'altro e non è detto che debba per forza essere un numero primo...anzi, se così fosse non potreste mai toccarvi per davvero..
Credo che un giorno riuscirai ad essere schifosamente felice, non può che essere così, sei una persona splendida e meriti tutta la felicità del mondo..
Un abbraccio

Scix ha detto...

Dall'esigenza di non ferirsi nasce il bisogno di difendersi..splendide parole e quante volte le ho ripetute. come rivedo me stessa in questo monologo: un anno fa circa termina malissimo una storia terribile tormentata appassionata viva cattiva stancante..di tutto. e quanto ho faticato credimi a ritrovare la pace, ME STESSA che non riconoscevo piu nelle piccole cose e la voglia di proseguire..gia non credevo fosse possibile. ad ogni incontro che facevo pensavo: con tutto cio che mi ha fatto se jack torna io torno da lui..pensa che cretina..e invece sono "guarita", ad un certo punto non me n e fregato piu un accidenti di cio che faceva pensava lui e la sua ragazza, quella ragazza, che me l ha portato via anzi..dalla quale SI è FATTO PORTARE VIA. e io non volevo piu niente e nessuno se non diventare un iceberg, glaciale cattiva e restare sola..poi ecco che un bel giorno da chi meno te l aspetti..arriva la luce. lo so avrai sentito qst cose milioni di volte e t assicuro che sono stata anch io al tuo posto fino a un mese fa a sciropparmi la manfrina del sei speciale non hai trovato quello giusto..ecco, non so se johnny è quello giusto ma sicuramente mi rende migliore e tira fuori il sorriso in me. questo conta. a te auguro arrivi presto il tuo di johnny! un bacio

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Bellissimo post. In certe cose che hai scritto mi rispecchio molto, e le penso spesso anch'io. Ti abbraccio virtualmente. :-)

Blue ha detto...

"In amore, pagherai caro, ogni giorno, il prezzo della tua intelligenza. A meno che, tu non riesca a trovare qualcuno che sia forte, ed intelligente, quanto te. Starti accanto non è facile. Sei troppo complessa, troppo ricca di sfumature. Le persone faticano a starti dietro, e quindi preferiscono lasciarti andare, invece di seguirti..."

Cara Antonia ecco qui la frase che ancora una volta ci accomuna, santo cielo ma è mai possibile che essere forti, intelligenti, ambiziose e belle siano dei difetti! é mai possibile che la complessità venga vista come un tallone di Achille e non un pregio.
sai cosa credo tesoro? alcuni uomini preferiscono non fare fatiche perchè non possono sopportare al loro fianco donne troppo troppe.
A volte mi sono sentita dire " io voglio una donna semplice"
E io allora sai cos'ho risposto " non è corretto quello che dici, tu non vuoi una donna semplice perchè altrimenti staresti con me, tu vuoi una sempliciotta"

ti seguo sempre e con grande stima

Blue
www.aspassoconblue.com

Lorenzo ha detto...

Che palle sta ricerca della felicità.
preferisco le emozioni alternate al quieto vivere (che forse è la setssa cosa)

Anonimo ha detto...

"amami quando lo meriterò di meno, perchè sarà allora che ne avrò più bisogno". lo faccio ogni giorno in una storia finita ormai da sei mesi, dono il mio amore incondizionato, presente, assiduo, con la parvenza della felicità come unica moneta di scambio. lo faceo anche prima, nella nostra storia d'amore senza pari, ma come in tutte le storie d'amore, a meno che tu non sia il principe e lei la principessa, l'amore finisce e ci si ritrova ad amare soli e ad amare il ricordo dquell'amore. sei brava antonia complimenti, spesso e volentieri, pur essendo un uomo, quando leggo te leggo me, e a volte mi fai male, molto male, come oggi!:p buona giornata.

simone.

Eva ha detto...

Sono d'accordo con tuo padre.
La non mediocrità richiede più impegno, ci stanca il cuore e ci affolla di pensieri la mente.
Penso sempre che le amiche "felici" siano tali perchè hanno un sentire diverso, non inteso in accezione negativa, ma più semplice.
Prima o poi troverai, ne sono non certa, ma certissima.
E quando accadrà tutto cambierà.
Non ci saranno se, nè ma perchè la ricerca sarà stata lunga, ma alla fine avrai scremato, avrai trovato.
E sarai felice, secondo il tuo alto sentire.

LadyRevolution ha detto...

Il cuore non si stanca mai anche quando viene calpestato più e più volte. Ha sempre la forza e la voglia di ricominciare. Di lottare. Di Amare.

E poi il commento di coincidenzeche coincidono oltre a piacermi mi fa pensare che ci possa essere dell'altro.. per lui/lei e quindi anche per te.

Probabilmente ora incontri solo persone sbagliate o meglio non giuste per te..ma non sarà sempre cosi. Non demordere e resta come sei.. il tempo farà il resto.

Sei semplicemente meravigliosa.

Ninfa ha detto...

Ciao ho letto il tuo intenso post.
Io faccio parte di quella miracolata, ne sono ben consapevole, schiera di fidanzate felici [e intanto faccio anche qualche scongiuro] =)

Ogni Amore è rischioso, anche quello più felice...lìAmore è di per sè impegnativo.....non accontentarti delle briciole a meno che tu non sia consapevole di quel che sono. La vita è troppo breve x non amare e per amare chi non merita. ama..colui che è capace di tramutare i tuoi silenzi in parole, gesti, sguardi. Colui capace di tenerti testa...lo riconoscerai.
Lo troverai...quando meno te lo aspetti, succede sempre così.

E' stato un piacere leggerti...ciao

Lisaveg ha detto...

Questi post meravigliosi che scrivi attirano tutte persone come te,così difficili da trovare in giro...!Io credo di esser simile a te,perchè ancora non ho trovato l'anima gemella,chiamiamola così.E come qualcun altro ha detto,oggi va di moda l'esser frivoli,poco impegnati.Noi che sembriamo tanto complesse,alla fine siamo semplici!!sono gli altri che si ritrovano ad un sottolivello,si sono "involuti"...Ma questo non deve far deprimere;può portare sofferenza e senso si solitudine,inadeguatezza,ecc...ma è meglio restare così che non confondersi con la stupida massa di caproni.
Ascolta,mi scriveresti sulla mia mail? lisa.c@email.it Ho trovato una cosina che forse potrebbe interessarti!:-)) Kiss

Cactus ha detto...

Le persone che non sanno stare da sole,sono proprio le persone che si accontentano e tu/noi non vogliamo accontentarci, non bisogna accontentarsi nella vita, bisogna sempre andare alla ricerca del meglio, bisogna lottare.Purtroppo l'amore ha il suo prezzo e il piu' delle volte lo si paga amando.
Hai descritto non solo la tua situazione, anche la mia, e penso anche quella di tante altre persone, e io non mi scoraggio facilmente come nemmeno tu a quanto ho visto, lotta e lottando diventerai piu' forte e saprai anche cio' che è meglio per te.
un abbraccio

Andrea ha detto...

Sono casualmente ritornato in questo blog dopo tanto tempo. Mi ricordo un tuo post simile... leggo le tue parole e quelle di molte lettrici e rifletto su quanto crudele possa essere l'amore, cioè la mancanza di un amore.
"Vi stimo sorelle" direbbe il comico... vi ammiro per la pazienza, testardaggine e coraggio con cui non vi abbassate, non vi accontentate.
Potessi mescolare per voi le carte del destino...

tiziana ha detto...

...."Sono nata per amare... la guerriera del mio cuore, sicuramente un giorno sarò schifosamente felice...."