lunedì 20 giugno 2011

Che rumore fa la Felicità?

Credo esista una cosa peggiore della cattiveria. Peggiore di un tacco che si rompe, nel bel mezzo di un primo appuntamento. Peggiore della disonestà. Peggiore del mascara che cola, e del rossetto sbavato. Peggiore dell'ignoranza. Peggiore di un ritorno a casa inaspettato. Che tu volevi fargli una sorpresa, ma lui ne ha fatta una a te, facendosi trovare nel tuo letto, tra le tue lenzuola di seta, o di flanella, o di cantù, mentre Lady Smorza-Candela Godiva lo cavalcava allegramente.
Peggiore, persino, di tutte queste cose messe insieme.
La chiamano Ignavia. L'assenza di volontà, e di forza morale. L'ozio, e la codardia, di chi si crogiola in una scusa vecchia quanto il mondo. E, quanto il mondo, stanca di animare la stoltezza di certe bocche. "Le cose stanno così, io sono fatto così, non posso farci nulla".
Evidentemente, sei fatto male. Perché ci si può sempre fare qualcosa.

Gandhi diceva: "La vera forza non deriva dalle capacità fisiche, ma da una volontà indomabile".

C'è bisogno di persone coraggiose al proprio fianco, e di amori coraggiosi.
Quando siamo venuti al mondo, nessuno ci ha detto che sarebbe stato facile. Ma neppure ci hanno detto che non avrebbe potuto essere bellissimo, ed emozionante.
E' semplice cullarsi nel dolore, o nell'insuccesso. Richiede minor fatica, e minor coraggio. Più difficile, invece, è scavare dentro sé stessi, nella parte di noi che meno ci piace, quella parte che fingiamo persino di non avere, e trovare la forza di cambiare. Convertire un dolore in una risata.
Una sconfitta in un'occasione per rimettersi in gioco. Di nuovo, e più duramente. Una fine in un punto di partenza. Un traguardo mancato in un nuovo inizio, tutto da guadagnare.
La Tristezza in Felicità.

La Dichiarazione di Indipendenza americana annovera, tra i diritti inalienabili della persona umana, al pari della Vita e della Libertà, la Ricerca della Felicità. E non è il titolo di un film.
Capite? La Felicità viene messa sullo stesso piano di importanza, e di imprescindibilità, della Vita e della Libertà.
C'è chi lotta contro l'aborto, e chi a favore dell'eutanasia. Si ingaggiano guerre in nome della libertà di pensiero, e di espressione. Ci si indigna davanti alla sua assenza .. e poi .. non si combatte per la propria Felicità?

Diventate soldati della gioia. Marciate tra le fila di un regime che fa del sorriso la sua sola dittatura. Scoprite chi siete, e diventatelo. Siate ambiziosi nei progetti, e generosi nei sentimenti. Anelate l'amore, e non accontentatevi delle giustificazioni. Sappiate indignarvi per il dolore che vi viene recato gratuitamente. Ma poi, sappiate anche lasciarlo andare. E, con lui, sappiate lasciar andare la persona che ve l'ha procurato. Trattenete chi vi regala serenità, e spensieratezza. Ma aspettatevi che, un giorno, possa presentarvi il conto. Se lo fa, abbiate la memoria lunga, e ricordate che la Vita ha contratto un debito nuovo con voi. Presto o tardi, dovrà saldarlo. Se non lo fa, sappiate essere grati. E riconoscenti. Ma non fate della riconoscenza il vostro aguzzino.
Allontanate chi vi deruba il cuore. Concedete una possibilità a chi merita. Ma sappiate che il trucco sta nel capire chi lo merita davvero. Lasciatevi sedurre dalle parole, ma non permettete loro di ingannarvi. Applicate il Teorema del Silenzio: zittito il suono delle parole, restano soltanto i fatti. Se quelli non vi convincono, c'è qualcosa che non va. Trovate il coraggio di riconoscerlo.
Combattete per ciò in cui credete. Comprendete l'importanza di credere in qualcosa. In qualsiasi cosa.
Pretendete la Felicità come fosse un diritto. Non abbiate dubbi sul fatto che lo è davvero, e non commette l'errore di cercarla negli occhi, o nel cuore, di qualcun'altro. La Felicità è in voi, dentro di voi. Non intorno a voi.
Quando lo avrete capito, cominciate a lottare per essa.

Ogni giorno è un buon giorno per essere felici.

Copyright Viola Editrice

16 commenti:

Blue ha detto...

è decisamente vero che la felicità sta dentro di noi dobbiamo solo riposare un attimo metterci tranquilli e ascoltare il suo arrivo. Io credo che in ognuno di noi alberga la quella vera, ne sono certa.

Ti seguo sempre
Mi sono seduta sulla riva del fiume ad aspettare il ritorno di me e della mia felicità

ti seguo sempre con tanto affetto

Blue
www.aspassoconblue.com

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Credo che mi stamperò questo tuo post. Vorrei averti come amica per sentirmi dire queste cose ogni volta che voglio. Scrivi divinamente, ma soprattutto hai dei pensieri stupendi, dici le cose in un modo invidiabile. Sei grande.

Aleja ha detto...

Non so quanto possa interessarti ma ho scritto un post su di te e sul tuo blog, se ti va ma non sei obbligata , ti sarei molto grata se lo leggessi :)

TestadiC ha detto...

Mi sento sempre molto vicina a te e leggerti è sempre bello.. Questa sera le tue parole sono l'incoraggiamento di cui avevo bisogno, sono la forza di guardare avanti che a volte mi sembra di aver perso. Questa sera le tue parole devono aprirmi gli occhi su chi mi ha fatto cadere fino qui, perchè ha lasciato promesse e non deve più avere giustificazioni. Deve smettere di "derubarmi" della mia possibilità di essere felice.
Grazie.. di cuore.
Un sorriso

Lisaveg ha detto...

Già..la felicità è dentro di noi...e fino a che non l'avremo capito,fino a che la cercheremo negli altri e dagli altri,saremo sempre felici a metà o anche infelici.Però non è sempre così semplice cominciare,serve la forza di volontà che diceva Gandhi,e bisogna averne tanta,perchè nella società in cui viviamo ci insegnano false felicità,quelle non vere,che ci fan credere di esser liberi e felici ma che invece non lo siamo.Molta forza di volontà...
Bella la tua riflessione,dovrebbero leggerla i pessimisti cronici,ma mi sa che troverebbero da ridire anche qui...E del resto,son pessimisti!:-)) Ciao!!!

Alexis ha detto...

le tue parole rispecchiano ogni miei pensiero. scrivi in maniera subliminale!

Eva ha detto...

Quanto hai ragione carissima.
Tutto nasce da dentro di noi.
Non esistono gioia e quiete se per prima cosa non sappiamo noi che volto potrebbero mai avere.
Baci

Scix ha detto...

parole sagge..

Gio...Illusion ha detto...

Mi sarebbe piaciuto non essere stato io a trovare il tuo blog..e di conseguenza questo post... mi sarebbe piaciuto che fossero stati cento , mille, un milione di altri ma non io... perchè?

perchè io queste cose le so.....

Questa tua lettera/discorso/sfogo ha tutte le carte in regola per far parte delle cose belle, sane, vere.


solo una cosa... ritengo un errore lasciar andar via chi ti ha provocato dolore.... porgere l'altra guancia.... perdonare e proseguire la ricerca.... no no questo no, qualcuno deve pagare se ti fa del male... anche se forse non dare piu' amore a chi ti ha deluso è il prezzo piu' alto che lui possa pagare

DarkAgony ha detto...

E' (o dovrebbe) essere lo scopo della nostra vita, di ogni vita. La Felicità, non qualche altro tipo di realizzazione, ma la felicità. Non che sia facile trovarla, in noi, ma la cosa sicura è che c'è e che noi dobbiamo fare TUTTO per trovarla e comprenderla ed "esserlo".
Ed essere felici non si riduce allo "stare bene", essere felici è molto molto di più di questo...

pyxis ha detto...

sembra che la felicità sia il pensiero comune di questo periodo... io nel mio piccolo mi sono bloccato tempo fa, ma tutti questi riferimenti spero diano un effetto positivo. comunque non posso che trovarmi d'accordo con tutto quello che hai scritto!!!

"Italian Girlfriend" ha detto...

Sono d'accordo con te (e con Gandhi). Non c'e' cosa peggiore dell'ignavia.
Bel post e bel blog. Ripassero'!

I.G.

Squilibrato ha detto...

Potrebbe esserlo e mi adopero per questo.

ady happyborn ha detto...

mi hai fatto venire i brividi leggendoti. davero credo che l'ignavia sia peggio della smorza<candele...la sola immagine mi ha fatto paura! hai una capacità descritttiva entusiasmante. baci ady

Caterina ha detto...

Bello questo post...è da incorniciare!! I tuoi pensieri sono davvero profondi e oggigiorno è davvero una cosa rara!! Complimenti

Caterina@LemieScarpeRosa

Miss Raw ha detto...

Che bella sorpresa questo blog, mi piace molto!

Cris