venerdì 25 marzo 2011

La geografia del mio destino.

Riccioli scuri, al profumo di mela.
Occhi di miele, vestiti di nero. Pastosa mistura di rimmel col sale. Giovane Pierrot, dall'aria imbronciata.
Una sola fossetta, a destra del volto. Da bambina ne contavo sicuramente due. Crescendo, tuttavia, molte cose vanno irrimediabilmente perdute, lungo il cammino.
Io, ho perso la seconda fossetta.

Al terzo albero di betulle, gira a destra. Percorri, con calma, il sentiero scosceso, ammantato di ciottoli e ricoperto di erbacce. Togli le scarpe, e cammina in silenzio. Entra nella mia vita in punta di piedi.

In cima, quattro vecchie panchine, provate dal vento, e dalle disattese speranze, contemplano silenziose uno strano suicidio. Si racconta che, ogni giorno, ad una certa ora, il sole muoia nel mare.

Mi trovi seduta lì. Sulla sinistra. Il lato del cuore.
Un libro tra le mani. E, nelle tasche, la voglia di essere felice.

9 commenti:

Valentina ha detto...

E se ti aspettassi seduta su quella panchina? Penso che avremmo tante cose da raccontarci anche facendo silenzio.

ady happyborn ha detto...

meraviglioso...davvero antonia, mi hai strabiliata, ho adorato ogni parola, ogni misuratissima frase, ti ho immaginata, bellissima con il tuo libro trale mani. superba

Scarlett ha detto...

Crescendo molte cose vanno irrimediabilmente perdute.... hai perfettamente ragione....

Laura ha detto...

meraviglioso scritto...foto stupenda. Brava!

IRE B. ha detto...

sei davvero grandiosa Antonia....

AspassoconBlue ha detto...

Nelle tasche ho sempre la voglia di essere felice, io metto sempre le mani nelle mie cercandola ma non la trovo mai...forse l'ho persa per strada o forse ancora non sono riuscita ad impadronirmene.

crescendo perdiamo delle cose ma ne acquistiamo altre, forse la felicita sta su uno scaffale di un supermercato che ancora non conosciamo...presto spero ognuna di noi ne conoscerà il vero significato

ti seguo sempre

Blue

www.aspassoconblue.com

Michiamomari, e ha detto...

grazie carissima! del tuo incoraggiamento.
e questo:

http://donne-e-basta.blogspot.com/2011/03/vogue-contro-lanoressia-la-colpa-e-di.html
l'hai visto?

dovremmo andare in massa sul blog della franca sozzani e fare pressione perché si assuma le sue responsabilità.. io l'ho fatto.
Un bacio <3

OneRedCherry ha detto...

superlativa.
scrittura infallibile.davvero complimenti cara.
Ti seguo.
visitami se ti va...
http://www.oneredcherry.com

eziozerziani ha detto...

Bellissima, complimenti Antonia
Ermanno