giovedì 18 ottobre 2012

"Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita è carogna non importa, una ragione buona per sorridere la trovi comunque. Era un tipo così. Ed era carina, questo bisogna dirlo. Non del genere vistoso, quelle che ti giri a guardarle. Più semplice. Ma aveva qualcosa che ti accalappiava, niente da dire, ce l'aveva. Come una specie di limpidezza, di trasparenza. Era quel tipo di donna che quando ce l'hai tra le braccia, sai che lei è lì, proprio tra le tue braccia e da nessuna altra parte. Non so se avete presente. Ma è una cosa rara.. e bellissima, nel suo genere."

Alessandro Baricco

2 commenti:

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Barricco è sempre unico. Ottima scelta Antonia, bello ed elegante il tuo blog :)

Antonia ha detto...

Grazie, Giorgia :)

Ho letto moltissimo di Baricco, trovo la sua penna, ed il suo stile, assolutamente inconfondibili, di quelli che riconosceresti tra infiniti altri.
Ed in questo passo, in particolare, sospetto si rispecchino in molti :)

Un sorriso.