lunedì 20 gennaio 2014

Invitami a colazione

Io, con un uomo, voglio poterci fare colazione. Prima del cinema e della passeggiata a cercarsi le mani; della cena formale o della pizza al taglio; prima del primo bacio, e prima pure del sesso. Voglio un uomo che mi chieda di fare colazione insieme. Così, per vedere come inizia ogni sua giornata, quando il sonno ancora gli stropiccia la faccia e gli occhiali scuri nascondono le sue notti stanche. Voglio capire se è uno da caffé forte, o se invece lo annacqua col latte; se il cappuccino lo manda giù liscio, oppure lo preferisce schiumato - a disegnarsi baffi bianchi intorno alla bocca, in una pioneristica visione dei suoi primi ottant'anni. Voglio vederlo ordinare un cornetto vuoto, sposare la marmellata col burro, sentirgli dire che ama quella d'arancia: così, poi, io amerei lui. Voglio vedere se mi riscalda la nastrina nel forno, e non si scorda di levare via i granelli di zucchero che poco mi piacciono. Se, con le mani, mi pulisce le briciole agli angoli delle labbra, o se invece le lecca via con un bacio. Se mi siede accanto, oppure di fronte. Se ama il sesso mattutino. Se, al contrario, è figlio di un pudore antico, e certe cose le fa solo col buio complice della notte. Mi piacerebbe capire se è un tradizionalista da torta di mele, azzarda tisane improbabili, mangia lento e senza scuse, legge il giornale, ascolta la radio, resta in silenzio, e mi tiene con la testa sopra la sua spalla. Voglio farci colazione con un uomo: dal modo in cui accoglie ogni giorno che nasce, si intuisce come accoglie la Vita.

Copyright Viola Editrice

7 commenti:

Lulu ha detto...

Bellissime parole e descrizioni proprio reali. Mentre leggevo rivedevo il mio uomo i quei gesti da te ben descritti...
Un abbraccio!
Lulu
Life, Laugh, Love And Lulu
Facebook

Baol ha detto...

Perchè, al netto di tutto, quella è la vita.

Sono molto belle le cose che dici.

Solo, la vita non si riduce a ripetere quello, sfortunatamente.

stella_cadente ha detto...

Wow! Il tuo post è bellissimo! Sono davvero senza parole *-*

francyna ha detto...

Ciao, che bello tornare a leggerti!! Ed è bello il tuo post. L'ho pensato anch'io, ma credo che dipenda anche dall'uomo. Ognuno la vive in modo diverso (o non la vive).

Antonia ha detto...

Lulu, sei fortunata ad avere un uomo così. Grazie mille per le belle parole :)

Baol, è vero. La vita non si riduce a questo soltanto, ma resta comunque una parte della stessa che è splendido preservare.

Stella Cadente, mille grazie. Considerato il tuo nome, mi concedo di esprimere un desiderio :)

Francyna, sono stata discontinua nell'ultimo periodo. Pur non avendo mai smesso di scrivere, in verità. In ogni caso, mi trovi pienamente d'accordo: dipende anche dall'uomo, da quanto è disposto a vivere la quotidianità che è parte fondamentale di un rapporto autentico.

Un sorriso a tutti, Antonia

daniela ha detto...

Mi piace un sacco quello che scrivi
daniela

Antonia ha detto...

Grazie davvero, Daniela :)